Comune di Quargnento
comune di Quargento
Spazio1
Spazio2
Spazio3

PROROGATA FINO AL 1° NOVEMBRE LA MOSTRA CARLO CARRÁ DA QUARGNENTO. 1881 - 1966 CINQUANT'ANNI DOPO

Un successo di pubblico e di consensi la mostra “CARLO CARRÁ DA QUARGNENTO. 1881 – 1966 CINQUANT’ANNI DOPO”, nelle prime tre settimane (dal 24-9 al 18-10) 3715 visitatori, affascinati dal grande ed indiscusso talento del Maestro Carlo Carrà. Questa grande partecipazione e le numerose richieste di gruppi organizzati (scuole e associazioni) hanno spinto l'Amministrazione Comunale ha prorogare la mostra fino a MARTEDÌ 1° NOVEMBRE, sempre con INGRESSO GRATUITO, con i seguenti orari:
- dal lunedì alla domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.30;
- sabato 22 e 29, domenica 23 e 30 con orario serale dalle 21.00 alle 23.00.

Le trenta opere rendono bene il percorso artistico del maestro quargnentino con riferimento alla quargnentinità, con il quadro "La strada di casa" e i ritratti di famiglia, al divisionismo e puntinismo, al movimento futurista, al cubismo e ai primitivi (con gli studi su Paolo Uccello e Giotto); olii raffiguranti i luoghi a lui cari come la Versilia, Merate, Venezia e molti altri.
Molte le parole di stima e riconoscenza, non solo scritte sul “libro delle firme”, per quanto allestito, ad esempio “Complimenti per l’allestimento. Un excursus artistico e storico meraviglioso” oppure “Quargnento capitale della Cultura…e ci dobbiamo fare un film o un documentario” e ancora “Belli i contrasti stilistici scelti dai curatori. Grazie! Arrivederci in AL?” e poi “Bellissima mostra e accudita con amore. Ha risvegliato tanti ricordi della mia giovinezza a Quargnento” e “Mostra degna del nome e della figura di un grande quargnentino. Complimenti!”……e altri ancora.
L’Amministrazione si è convenzionata con il Liceo Artistico Carrà di Valenza (Istituto di Istruzione Superiore "Benvenuto Cellini") e l’Università degli Studi di Torino, Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne, per permettere agli studenti di accompagnare i visitatori nella osservazione dei quadri; l’iniziativa consente agli studenti di ricevere crediti formativi per il loro percorso di studi.
Riscuote un grande successo il catalogo “Carlo Carrà da Quargnento. 1881 – 1966 cinquant’anni dopo”, con le oltre cento pagine e curato nei minimi particolari, prosegue la linea editoriale del Comune iniziata con la monografia “Giulio Benzi 1907-2007 Cento anni di nostalgia per Quargnento”; oltre a comprendere le trenta opere esposte contiene molte fotografie inedite fornite dalla famiglia Carrà, che mettono in risalto il lato umano di Carrà, gli affetti famigliari e le passioni, un breve racconto biografico, una conversazione con i nipoti Laura, Fiammetta e Luca Carrà curati da Maria Luisa Caffarelli e Rino Tacchella e l’elenco delle principali esposizioni (Archivio Carrà).
Un successo di pubblico riscontrato anche dall’interesse per le cartoline raffiguranti i quadri di Carrà, sono ancora disponibili quelle con il quadro “La strada di casa (1900)” e il quadro "Autoritratto" con annullo e francobollo del 1981.

Soddisfatto il Sindaco Luigi Benzi “la mostra sta riscuotendo un grandissimo successo, la proroga, in considerazione delle numerose richieste, è stata praticamente un atto dovuto; reso possibile solo grazie alla disponibilità dei prestatori delle opere, degli amministratori e dei dipendenti comunali, dei numerosi volontari e degli studenti che permettono le visite guidate. Un ulteriore ringraziamento alla Fondazione CRT, alla Fondazione CRAL e alle aziende che hanno sposato e supportato il progetto che ha permesso ancora una volta di confermare Quargnento, Terra di Pittori, D’Arte e Cultura”.


Photogallery

fotografia fotografia fotografia fotografia fotografia fotografia
fotografia

Torna indietro