Comune di Quargnento
comune di Quargento
Spazio1
Spazio2
Spazio3

DEPOSITO NAZIONALE- COMUNICAZIONE DEL SINDACO

Buon giorno a tutti,

Abbiamo appreso ieri dalla stampa nazionale della avvenuta pubblicazione della proposta della Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee (Cnapi) - contenente la definizione delle 67 aree idonee ad ospitare il Deposito Nazionale dei rifiuti radioattivi ed il Parco Tecnologico tra le quali è compreso il ns Comune, con due aree individuate - e dell’avvio del procedimento formale per arrivare alla decisione finale (cfr. sito internet www.depositonazionale.it).

Come già ricordato dall’Assessore Benzi nessun Comune si è candidato (né si poteva candidare) ad ospitare questa opera. La pubblicazione del progetto di Sogin S.p.a. (Soggetto responsabile della localizzazione, costruzione e dell’esercizio del Deposito Nazionale dei rifiuti radioattivi e del Parco Tecnologico) è avvenuta nella notte tra il 4 ed il 5 gennaio a seguito del nulla osta ricevuto dal Governo (conseguente alla rimozione del segreto di Stato) il 30 dicembre 2020.

Ovviamente questa notizia è per tutti noi motivo di grande attenzione.

La realizzazione del Deposito Nazionale sul nostro territorio avrebbe impatti rilevanti sull’ambiente, sulla economia e stravolgerebbe il futuro che ci siamo immaginati all’insegna di agricoltura di qualità, vivibilità nella natura, turismo, cultura, ecc. Nel progetto si fa riferimento a 700 posti di lavoro a regime, ma non si forniscono ad esempio dati sui posti che si andrebbero a perdere per effetto dei danni alle attuali attività economiche.

Ovviamente grande è anche la preoccupazione per i possibili impatti sulla nostra salute, al di là di ogni rassicurazione, per un’opera che dovrà durare 300 anni.

Per questi motivi unitamente alla Amministrazione sono e siamo contrari alla realizzazione dell’opera sul nostro territorio.

Già da ieri ci siamo attivati per organizzare con i Comuni impattati dal progetto tutte le attività che ci porteranno ad esprimere ed a formalizzare nel termine dei 60 giorni le nostre controdeduzioni.

Siamo consapevoli di essere all’inizio di un percorso difficile nel corso del quale saremo ad informare tutti con la massima trasparenza ed anche con occasioni di pubblico incontro, sulle iniziative intraprese e sui relativi sviluppi.

Il Sindaco
Paola Porzio


Torna indietro